Valore premiale ISA

Laddove dalla compilazione degli ISA dovesse emergere una votazione compresa tra il 6 e il 7, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che il contribuente non dovrebbe essere sottoposto a controllo sulla base degli elementi di rischio “insiti” nella valutazione di affidabilità fiscale operata dall’ISA.

Tuttavia, in considerazione dell’ottica premiale dell’istituto al raggiungimento di una votazione dall’8 al 10, lo stesso è finalizzato a stimolare il contribuente a “migliorarsi” o meglio ad adeguarsi.

Sebbene, il software indichi l’importo massimo (per raggiungere il punteggio 10) il contribuente può comunque adeguarsi con un importo inferiore e il software provvederà a rideterminare il risultato.

Leggi tutto...

Soggetti esclusi dagli ISA

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che i D.M. del 23 marzo 3018 e 28 dicembre 2018 hanno introdotto, tenuto conto di quanto disposto dal comma 7 dell’articolo 9-bis, del D.L. n. 50 del 2017, ulteriori cause di esclusione dall’applicazione degli ISA.

In particolare, è stato previsto che i 175 ISA approvati non si applichino nei confronti dei contribuenti che si avvalgono:

a) del regime forfetario agevolato, di cui all’art. 1, co. 54-89, della l. n. 190/2014;

b) del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile lavoratori in mobilità di cui all’art. 27, co. 1 e 2, del D.L. n. 98/2011, e che determinano il reddito con altre tipologie di criteri forfetari.

Tanto premesso poiché le tipologie di soggetti che possono usufruire del regime agevolato f...

Leggi tutto...

Quattordicesima Mensilità

L’erogazione di un’ulteriore mensilità retributiva, denominata quattordicesima mensilità, in aggiunta alla retribuzione spettante per il mese di giugno di ciascun anno è prevista e regolamentata dai CCNL. Il periodo di maturazione non coincide con l’anno solare, come avviene per la tredicesima, ma va dal 1° luglio al 30 giugno dell’anno successivo. I Principali CCNL che prevedono l’erogazione della quattordicesima mensilità sono:– Autotrasporto merci e logistica;- Commercio;- Studi professionali;- Assicurazioni;- Istituti e imprese di vigilanza;- Istituti di credito;- Turismo;- Operai agricoli e florovivaisti;- Nettezza urbana;- Edilizia;- Alimentari.

In generale la contrattazione collettiva individua nel dettaglio le voci retributive che costituiscono base di com...

Leggi tutto...

Appunti di Tecnica Commerciale


Utile dispensa per la comprensione e lo studio di elementi di Tecnica Commerciale, con un focus particolare alle attività degli operatori del benessere, acconciatori ed estetisti.

Leggi tutto...

Ritenute IRPEF – Studio Associato

Al termine del periodo d’imposta, le ritenute d’acconto subite dallo studio associato vengono imputate agli associati, in proporzione alla quota che questi hanno nella partecipazione agli utili prodotti. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che per gli associati è possibile scegliere di trattenere per sé solo la parte di ritenute alla fonte IRPEF subite dall’associazione che servono per azzerare il proprio debito personale (per IRPEF e relative addizionali), restituendo invece (o meglio lasciando) all’associazione le ritenute “eccedenti”, affinché essa possa utilizzarle in compensazione, nel modello F24, con i propri debiti tributari e contributivi, nell’ambito del modello F24.

Leggi tutto...