Monthly Archives ottobre 2014

Rent to Buy

Si tratta di un nuovo strumento giuridico per le compravendite immobiliari capace di tutelare meglio gli interessi del compratore e del venditore.

L’art. 23, D.L. 12.9.2014, n. 133 ( G.U. 12.9.2014, n. 212), in attesa di conversione, disciplina i contratti, diversi da quelli di locazione finanziaria, che prevedono la concessione del godimento di un immobile, a fronte del diritto per il conduttore di acquisto del medesimo entro un termine determinato e con imputazione al corrispettivo del trasferimento della parte di canoni indicata nel contratto.

Il contratto di rent to buy, come disposto dall’art. 2465-bis, c.c., è soggetto agli obblighi di trascrizione propri dei preliminari di compravendita, la trascrizione serve a garantire il promissario acquirente nei confronti ...

Leggi tutto...

I nuovi MINIMI

Le principali caratteristiche del regime fiscale agevolato delineato dal disegno della legge di stabilità per il 2015 sono:

  • soglie di reddito differenziate in base al tipo di attività;
  • costi a forfait;
  • assenza di livelli minimi per i contributi previdenziali di artigiani e commercianti.

La decorrenza del nuovo regime forfettario è prevista a partire dal 1 gennaio 2015, i soggetti interessati saranno le persone fisiche, le ditte individuali e i professionisti con partita Iva autonoma, indipendentemente dalla loro età anagrafica i dall’anzianità della loro partita Iva.

Sono previsti dei limiti di ricavi o compensi percepiti, differenziati a seconda del tipo di attività, da rispettare per poter beneficiare del regime, si passa ad esempio dai 15.000 euro delle attività professionali ...

Leggi tutto...

Benefici fiscali

Anche le sostituzioni delle caldaie a pellet fruiscono della detrazione Irpef del 50%, il contribuente può, infatti, beneficiare dell’agevolazione per le ristrutturazioni edilizie, relativamente alle opere finalizzate al risparmio energetico.

Per fruire della detrazione è sufficiente provvedere al pagamento delle fatture con bonifico bancario o postale e, successivamente, indicare in dichiarazione dei redditi i dati catastali dell’immobile oggetto dell’intervento.

E’ necessario conservare la certificazione tecnica della caldaia, o semplicemente il certificato del produttore, in cui sono indicate le capacità termiche.

Leggi tutto...