Monthly Archives gennaio 2015

Neo assunti a tempo indeterminato

L’Inps ha emanato la Circolare n° 17/2015 in cui sono forniti chiarimenti in merito all’esonero contributivo per i nuovi assunti a tempo indeterminato nel corso del 2015.

L’agevolazione consiste nell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro per un periodo massimo di 36 mesi e nel limite di importo massimo di € 8.060,00.

Ad essere interessati sono tutti i datori di lavoro privati che assumono ex novo o trasformano contratti già in essere a tempo indeterminato, sia con modalità full time che part time o di lavoro ripartito.

Per poter beneficiare dell’agevolazione sarà necessario essere in regola con i versamenti contributivi richiesti per ilrilascio del DURC, infatti verranno eseguiticontrollo a cadenza semestrale per verificare la permanenza de...

Leggi tutto...

Modello 730 precompilato

L’introduzione del modello 730 precompilato sta già manifestando le prime problematiche relative all’incompletezza dei dati disponibili da parte dell’Agenzia delle Entrate. Si renderà, quindi, necessario rivolgersi ai professionisti per la sua corretta compilazione, onde evitare di trovarsi in spiacevoli situazioni nei confronti del fisco.

Leggi tutto...

Bonus Irpef

Viene confermato diventando “strutturale” il c.d. Bonu Irpef di € 80,00, che l’art. 1 del D.L. 66/2014 aveva inizialmente riconosciuto solo per il 2014 ai lavoratori dipendenti e assimilati con determinati requisiti.

In particolare il credito sarà riconosciuto nelle seguenti misure:

  • € 0, per i redditi minori o uguali a € 8.000,00 in quanto vi è incapienza d’imposta, ossia le detrazioni per lavoro dipendente in tal caso sono superiori o pari all’Irpef lorda dovuta;
  • € 960,00 (€ 80,00 mensili), per i redditi compresi tra € 8.000,00 e 24.000,00
  • la risultante della seguente formula: (26000 – reddito complessivo)/ 2000 * 960, per i redditi compresi tra € 24.000,00 e € 26.000,00;
  • € 0, per i redditi maggiori o uguali a € 26.000,00.

Restano confermate anche le modalità di fr...

Leggi tutto...

Nuovi Minimi 2015

L’entrata in vigore del nuovo regime forfettario è stata fissata al 01 gennaio 2015, esso rappresenta il regime naturale di tassazione per le ditte individuali e per i lavoratori autonomi che, nell’anno precedente, hanno rispettato i requisiti previsti dalla legge, in particolare:

  • ricavi o compensi non superiori ai limiti diversificati per ciascuna categoria da € 15.000,00 a € 40.000, 00;
  • compensi erogati a personale dipendente non superiori a € 5.000,00;
  • beni strumentali non superiori a € 20.000,00;
  • prevalenza del reddito d’impresa o di lavoro autonomo.

Pur rientrando nei limiti sopra descritti, è possibile optare per il regime ordinario ai fini IVA e redditi, a patto che l’opzione venga esercitata per almeno tre anni e che venga comunicata nella dichiarazione annuale relat...

Leggi tutto...

Novità per l’IVA nel 2015

Importanti novità in tema di IVA sono state introdotte con il Ddl Stabilità 2015 al fine di limitare il più possibile l’evasione dell’imposta sul valore aggiunto, tutto ciò verrà garantito con l’introduzione dello split payment e con l’estensione del reverse charge.

Il regime dell’inversione contabile viene esteso alle prestazioni di pulizia, demolizione, installazione impianti e di completamento relative ad edifici rese nei confronti di committenti soggetti passivi d’imposta.

Viene inoltre introdotto il nuovo art. 17-ter nel Decreto Iva, il c.d. split payment, ossia un particolare meccanismo di assolvimento dell’Iva per le operazioni effettuate nei confronti dello Stato o di Enti Pubblici.

Leggi tutto...