Monthly Archives giugno 2016

Ripercussioni in tema IVA post Brexit

Il Regno Unito lascia l’Unione europea e, di conseguenza, lascia anche l’imposta sulla cifra d’affari. Gli effetti saranno molteplici e poco prevedibili in valore assoluto. L’uscita dalla UE provocherà sicuramente rilevanti conseguenze per l’IVA, con pesanti ripercussioni sul commerciobritannico che dovrà riscrivere le proprie regole, sganciate dalla direttiva comunitaria. Un cambiamento che causerà costi “di frontiera” annui stimati in circa 3,6 miliardi di euro...

Leggi tutto...

Scadenze contributi INPS

Il secondo appuntamento del 2016 per il versamento contributivo dei lavoratori domestici è fissato per il giorno 11 luglio (il 10 cade di domenica). Dunque, i datori di lavoro sono chiamati a pagare i contributi INPS, relativi al trimestre “aprile-maggio-giugno”, entro take data.

Leggi tutto...

Accesso al credito

Prende il via un nuovo canale per agevolare e facilitare l’accesso al credito da parte delle libere professioniste degli studi grazie alla sottoscrizione da parte di Confprofessioni del Protocollo d’intesa con il Dipartimento Pari opportunità per lo sviluppo e la crescita dell’imprenditorialità e dell’autoimpiego femminili, recentemente prorogato fino al 31 dicembre 2017. Attraverso il Protocollo, che vede l’adesione di numerose banche e intermediari finanziari, viene messo disposizione uno specifico plafond per concedere finanziamenti a condizioni competitive rispetto alla normale offerta di mercato.

Leggi tutto...

Bonus giovani genitori

Il bonus giovani genitori è fruibile anche dai professionisti; l’apertura arriva dal Ministero del Lavoro. Il Dicastero, infatti, riprendendo la definizione comunitaria di imprese che include anche l’attività dei liberi professionisti, ammette tra i possibili beneficiari dell’incentivo anche gli studi professionali. Il beneficio, pari a 5.000 euro, spetta per l’assunzione a tempo indeterminato, anche a part-time, ovvero per la trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto di lavoro a tempo determinato di giovani, di età non superiore a 35 anni, genitori di figli minori legittimi, naturali o adottivi, ovvero affidatari di minori, disoccupati o titolari di un rapporto precario ed iscritti in un’apposita banca dati gestita dall’INPS.

Leggi tutto...

Estromissione dei beni

Il cambiamento di destinazione d’uso degli immobili in prossimità dell’assegnazione non rappresenta un comportamento elusivo ed è quindi ammissibile. Il perfezionamento dell’intera operazione si ha con l’indicazione in dichiarazione e, nel caso di mancato versamento delle relative imposte, le stesse saranno iscritte a ruolo. L’aliquota dell’imposta sostitutiva è pari all’8% della differenza tra il valore normale del bene assegnato e il costo fiscalmente riconosciuto, elevata al 10,5% per le società non operative o in perdita sistematica. Sono alcuni dei chiarimenti contenuti nella circolare n. 26/E/2016 sulla novità introdotta dalla legge di stabilità 2016.

Leggi tutto...