Monthly Archives giugno 2018

TFR in busta paga

A partire dal 1° luglio 2018 il datore di lavoro non può erogare il rateo di TFR in busta paga ai dipendenti che ne hanno fatto richiesta. Cessa, infatti, il periodo transitorio della QuIR per i lavoratori del settore privato. Il trattamento di fine rapporto verrà regolato in base alla destinazione scelta, implicitamente o esplicitamente, all’atto della costituzione del rapporto di lavoro o successivamente. Quindi il TFR viene destinato alla forma di previdenza complementare prescelta (anche in forma silente), ovvero accantonato presso il datore di lavoro se il lavoratore ha optato per il mantenimento in azienda.

Leggi tutto...

Detrazioni per disturbi per l’apprendimento

La Legge di Bilancio 2018 ha previsto un’agevolazione fiscale per le persone a cui è stato diagnosticato un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA).

Entrando nel dettaglio, con il Provvedimento del 6 aprile 2018, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità attuative della nuova detrazione Irpef relativa alle spese per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informativi, per minori o maggiorenni fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, cui è stato diagnosticato un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA).

A tal proposito è stato modificato il comma 1 dell’articolo 15 del T.U.I.R. la cui nuova lettera “e-ter” prevede che dall’Irpef lorda si detragga un importo pari al 19% delle:

spese sostenute in favore dei minor...

Leggi tutto...

Le novità dal nuovo Governo

Al via con le proposte del nuovo Governo sul piano economico, si susseguono diverse ipotesi e promesse, tra cui un provvedimento (con ogni probabilità un decreto legge) sulla “pace fiscale”. I contenuti non sono ancora ufficialmente noti e si accavallano una serie di ipotesi. Dalle prime indiscrezioni, dovrebbe riguardare esclusivamente le cartelle di pagamento ex Equitalia emesse fino all’anno 2014 e sembra prevedere una riduzione dell’importo dovuto comprensivo di interessi, sanzioni ed aggi.

Sarà poi il sogno della flat tax, ossia la tassa piatta, su cui il Governo focalizzerà il suo programma. Si tratterà di una riforma che riguarderà sia le società di capitali, ossia i soggetti Ires che le società di persone, le ditte individuali e la platea dei professionisti. La rifor...

Leggi tutto...

Il pagamento delle retribuzioni

A decorrere dal 01 luglio 2018, sarà obbligatorio per i datori di lavoro corrispondere le retribuzioni attraverso mezzi tracciabili.

La legge n°205/2017 al comma 911, stabilisce infatti che per qualsiasi forma di rapporto di lavoro, la corresponsione delle retribuzioni deve avvenire secondo una delle seguenti modalità:

  • bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;
  • strumenti di pagamento elettronico;
  • pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale  dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;
  • emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di un suo comprovato impedimento, ad un suo delegato.
Leggi tutto...