Comunicazioni IVA trimestrali

Il Decreto Fiscale 193/2016 prevede importanti novità in materia di IVA, al fine di consentire all’Agenzia delle Entrate un controllo più capillare sui versamenti effettuati e sui crediti vantati dai soggetti passivi IVA.

Sono due i nuovi adempimenti previsto dal decreto:

1) la trasmissione telematica e in forma analitica dei dati delle fatture emesse e ricevute;

2) la comunicazione telematica dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA.

Gli elementi da comunicare sono i dati anagrafici e identificativi del soggetto emittente e ricevente, data e numero del documento, tipologia dell’operazione, totale imponibile e imposta, distintamente per aliquota IVA o motivo di esclusione.

Tali adempimenti dovranno essere comunicati entro la fine del secondo mese successivo di ogni trimestre, ad eccezione per le comunicazioni relative all’anno 2017, le cui scadenze per i primi due trimestri saranno rispettivamente il 25/07/2017 e 16/09/2017.

Il nuovo obbligo sostituisce le comunicazioni relative a:

spesometro;

acquisto di beni da San Marino;

dati dei contratti di leasing e noleggio;

i modelli intra per gli acquisti Intra 2 bis e Intra 2 quater.