Detrazioni per disturbi per l’apprendimento

La Legge di Bilancio 2018 ha previsto un’agevolazione fiscale per le persone a cui è stato diagnosticato un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA).

Entrando nel dettaglio, con il Provvedimento del 6 aprile 2018, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità attuative della nuova detrazione Irpef relativa alle spese per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informativi, per minori o maggiorenni fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, cui è stato diagnosticato un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA).

A tal proposito è stato modificato il comma 1 dell’articolo 15 del T.U.I.R. la cui nuova lettera “e-ter” prevede che dall’Irpef lorda si detragga un importo pari al 19% delle:

spese sostenute in favore dei minori o dei maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici, di cui alla Legge 8 ottobre 2010, n°170, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi chefavoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere, in presenza di un certificato medico che attesti il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti acquistati e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato”.

Agenzia delle Entrate