Estromissione dei beni

Il cambiamento di destinazione d’uso degli immobili in prossimità dell’assegnazione non rappresenta un comportamento elusivo ed è quindi ammissibile. Il perfezionamento dell’intera operazione si ha con l’indicazione in dichiarazione e, nel caso di mancato versamento delle relative imposte, le stesse saranno iscritte a ruolo. L’aliquota dell’imposta sostitutiva è pari all’8% della differenza tra il valore normale del bene assegnato e il costo fiscalmente riconosciuto, elevata al 10,5% per le società non operative o in perdita sistematica. Sono alcuni dei chiarimenti contenuti nella circolare n. 26/E/2016 sulla novità introdotta dalla legge di stabilità 2016.