Fattura Elettronica

La legge di Bilancio 2018 estende gli obblighi di fatturazione elettronica, includendo la generalità delle operazioni soggette ad IVA. Dal 1° gennaio 2019, infatti, tale obbligo sussisterà sia relativamente alle cessioni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti di soggetti passivi, sia per le operazioni effettuate verso consumatori finali. L’obbligo di fatturazione elettronica viene anticipato al 1° luglio 2018 per le cessioni di benzina e gasolio e le prestazioni rese negli appalti pubblici. Rinviato, invece, al 1° settembre 2018 l’obbligo di utilizzo della fattura elettronica nell’ambito delle operazioni c.d. tax free shopping.

La legge di Bilancio 2018 introduce, dal 1° gennaio 2019, l’obbligo di emettere la fattura in formato elettronico per la generalità delle operazioni soggette ad IVA.
Il nuovo obbligo riguarderà le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate sia verso soggetti passivi (B2B) sia verso consumatori finali (B2C). Nel primo caso le fatture dovranno essere trasmesse esclusivamente mediante il Sistema di Interscambio, utilizzando il formato “FatturaPA” già in uso per le operazioni fatturate nei confronti delle pubbliche amministrazioni.
Le fatture emesse verso consumatori finali, invece, non saranno trasmesse direttamente all’acquirente, bensì messe a disposizione di quest’ultimo mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.
L’obbligo di fatturazione elettronica è anticipato al 1° luglio 2018 per la certificazione delle operazioni relative a cessioni di benzina e gasolio e delle prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti negli appalti pubblici.