ISEE 2017

Il 15 gennaio 2017 scadranno le dichiarazioni ISEE presentate nel corso del 2016, pertanto, i contribuenti che vorranno beneficiare delle prestazioni sociali o dei servizi di pubblica utilità, dovranno presentare una nuova dichiarazione relativa all’indicatore della situazione economica equivalente.

Per poter inoltrare tale dichiarazione, i contribuenti sono obbligati a recarsi presso un CAF, un Patronato, all’INPS o all’ente che eroga la prestazione, compilando la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica), necessaria ai fini del calcolo ISEE.

La DSU altro non è che un’autocertificazione in cui indicare, per ciascun componente del nucleo familiare, le seguenti informazioni:

– codice fiscale e dati anagrafici;

– dati relativi alla situazione reddituale;

– dati relativi alla consistenza patrimoniale e mobiliare;

– targa o estremi di registrazione al P.R.A. Di veicoli e motoveicoli;

– altri documenti come contratti di locazione, polizze vita ecc.