La Lotteria degli Scontrini

Prende avvio la lotteria degli scontrini e per tale motivo sono state definite le istruzioni per l’invio dei dati degli scontrini che parteciperanno alla lotteria, da parte dei commercianti che, dal 1° gennaio 2020, comunicheranno i corrispettivi tramite i nuovi registratori telematici o la procedura web delle Entrate. Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 739122 del 31 ottobre 2019 richiama l’art. 1, commi da 540 a 544, della Legge di Bilancio 2017 e individua le modalità tecniche affinché i registratori telematici e la procedura web, messa a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate, siano in grado di trasmettere i dati memorizzati delle singole operazioni commerciali necessari alla partecipazione alla lotteria degli scontrini, a seguito di esplicita volontà del cliente manifestata con la comunicazione del proprio codice lotteria all’esercente. I Registratori Telematici, utilizzati dai soggetti tenuti all’invio dei dati al sistema Tessera Sanitaria, come ad esempio le farmacie, non possono trasmettere i dati per la lotteria degli scontrini fino al 30 giugno 2020, in modo che nel frattempo siano individuate soluzioni tecniche che possano rispettare le previsioni del GDPR. Le nuove istruzioni dell’Agenzia dell’Entrate hanno tra l’altro ricevuto il parere favorevole del Garante per la protezione dei dati personali.

La partecipazione alla lotteria degli scontrini

Per consentire dal 1° gennaio 2020 la trasmissione dei dati per la lotteria degli scontrini, tutti i modelli dei Registratori Telematici e la procedura web messa a disposizione in area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate devono essere configurati entro il 31 dicembre 2019 per permettere, anche mediante lettura ottica, l’acquisizione di un codice lotteria, facoltativamente rilasciato dal cliente al momento della memorizzazione dei dati dell’operazione commerciale. Ovviamente, i documenti commerciali da trasmettere sono esclusivamente quelli che partecipano alla lotteria, visto che per concorrere all’estrazione è necessario che i consumatori, all’atto dell’acquisto, comunichino il proprio codice lotteria all’esercente con la finalità di partecipare alla lotteria. La comunicazione del codice lotteria rappresenta la volontà espressa da parte del cliente di partecipare al concorso.

Come trasmettere i dati

Nel concreto, il Registratore Telematico genera il tracciato record composto da tutti i documenti commerciali corredati di codice lotteria dei clienti, così come memorizzato nel Registratore Telematico, per poi trasmetterlo all’Agenzia delle Entrate. La trasmissione all’Agenzia delle Entrate avviene tramite un apposito servizio “lotteria/corrispettivi” e oltre ai dati identificativi del RT, i dati oggetto di trasmissione ai fini della lotteria sono: -denominazione del cedente; -l’identificativo completo del documento trasmesso; -l’identificativo del punto cassa; -data e ora del documento; –importo del corrispettivo, importo del corrispettivo pagato in contanti, importo del corrispettivo pagato con strumenti elettronici e importo del corrispettivo non pagato; –codice lotteria del cliente. All’Agenzia delle Entrate deve essere comunicata anche l’ipotesi di reso o annullo, relativo ai documenti commerciali precedentemente trasmessi. Il servizio preposto alla trasmissione dei documenti commerciali finalizzati alla lotteria potrà essere richiamato solo da dispositivi con stato “IN_SERVIZIO”, impostato con la prima trasmissione del tracciato dei corrispettivi giornalieri. Pertanto, una volta attivato il dispositivo, il primo tracciato da trasmettere è quello relativo all’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri, al fine di modificare lo stato. Dopo possono essere effettuate le necessarie trasmissioni dei documenti commerciali finalizzati alla lotteria. Occorre evidenziare che nel caso in cui il dispositivo sia sottoposto ad un cambio di stato non potrà inviare documenti commerciali per la lotteria se non viene precedentemente riportato nello stato “IN_SERVIZIO”. Il file xml da trasmettere deve contenere da 1 a 100 documenti e non eccedere la dimensione massima di 60kb. Per assicurare un efficiente funzionamento del sistema ciascun file trasmesso dovrà contenere il numero massimo di documenti previsti dal tracciato o dovrà raggiungere la dimensione massima del file. Infatti, la trasmissione di un flusso dati contenente un numero inferiore di documenti dovrebbe avvenire a fronte della chiusura cassa giornaliera o di avvenimenti estemporanei, come un guasto che compromette il regolare funzionamento del sistema.

Quando trasmettere i dati

La trasmissione dei documenti commerciali ai fini della lotteria degli scontrini deve avvenire utilizzando un orario casuale all’interno dell’intervallo di funzionamento del dispositivo, nell’arco della giornata di emissione del documento commerciale, in modo tale che si eviti la concentrazione di trasmissioni negli orari di apertura e chiusura delle casse. Una volta che il file è trasmesso è sottoposto ad una fase di verifica, che può produrre un esito di scarto dell’intera fornitura o di accoglienza. Un file accolto può avere segnalazioni inerenti ad uno o più documenti commerciali in esso contenuti, i quali saranno esclusi dal processo di generazione dei biglietti ai fini della lotteria.In caso di scarto della fornitura i file contenenti i dati di tutte le singole operazioni saranno ritenuti non validi ai fini della lotteria.