Modello 730/18 e i dividendi esteri

E’ possibile utilizzare il modello 730 (precompilato o ordinario) per dichiarare i redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di terreni e fabbricati, redditi di capitale, redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA, anche i redditi diversi derivanti da investimenti esteri, nonché alcuni redditi assoggettabili a tassazione separata, conesguiti nel corso dell’anno 2017. Nel quadro “D” – Altri Redditi – trovano collocazione i redditi derivanti da affitti attivi da immobili detenuti all’estero e i dividendi provenienti da partecipazioni detenute in società estere.