Category News

Split Payment

Lo Split Payment o scissione dei pagamenti è il nuovo meccanismo di liquidazione dell’IVA introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 (Legge numero 190/2014).

Lo Split Payment viene applicato nei rapporti tra imprese private e Pubblica Amministrazione, secondo il classico meccanismo dei “pagamenti divisi”.

Per capirne il funzionamento è necessario dividere l’operazione in 2 momenti distinti:

1) la PA versa l’importo della fattura al netto dell’imposta (IVA) al fornitore privato,
2) la stessa PA, verserà la parte di IVA dovuta sulla fattura allo Stato.

Pertanto i fornitori della PA devono emettere le fatture indicando l’imposta e riportando l’annotazione “separazione dei pagamenti”, in tale modo l’IVA, in deroga alle ordinarie regole di riscossione, non viene corrisp...

Leggi tutto...

Pagamento Rottamazione Equitalia

Grazie al progetto “Equipay” sarà possibile pagare i bollettini delle rate scelte al momento della compilazione del Modulo DA1, modulo con il quale si aderiva alla definizione agevolata, la cosiddetta “rottamazione”, direttamente agli sportelli bancomat degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL del Consorzio CBI (Customer to Business Interaction).
Per effettuare il pagamento sarà sufficiente andare presso uno sportello Bancomat (ATM -Automated Teller Machine) della banca che ha aderito.
Qui di seguito le altre modalità di pagamento già attive:
· domiciliazione bancaria;
· sportelli bancari;
· internet banking;
· uffici postali;
· tabaccai aderenti a ITB, tramite i circuiti Sisal e Lottomatica;
· portale www.gruppoequitalia...

Leggi tutto...

Nuovi interessi di mora

Dal 15 maggio 2017 gli interessi di mora sulle somme versate in ritardo, a seguito della notifica della cartella di pagamento, verranno ridotti e passeranno dall’attuale 4,13% al 3,5% su base annua. Se però è il contribuente ad avere diritto ad un rimborso, l’interesse che gli viene riconosciuto per il ritardo dell’amministrazione finanziaria è di norma il 2% annuo senza che sia privi prevista alcuna sanzione a carico del fisco.

Leggi tutto...

Modello 734-4

Il sostituto d’imposta deve comunicare direttamente con l’Agenzia delle Entrate, non più con Caf o professionisti abilitati, se non deve effettuare operazioni di conguaglio a seguito della ricezione del risultato contabile del contribuente. Lo ha stabilito l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 76124 del 14 aprile 2017, che ha modificato quanto stabilito con il precedente provvedimento n. 23840/2013 in materia di comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai modelli 730-4 presentati dai contribuenti.

Leggi tutto...

Proroga per la Rottamazione delle Cartelle

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge che proroga al 21 aprile 2017 il termine per aderire alla rottamazione dei ruoli.

Viene conseguentemente spostato al 15 giugno 2017 il termine concesso il concessionario della riscossione per rispondere ai contribuenti.

Leggi tutto...