Category Notizie

Bonus Bebè 2018

Con la circolare n°50 del 19 marzo 2018 l’INPS ha determinato le modalità e i requisiti per il riconoscimento del Bonus Bebè per i bambini nati o adottati tra il 01 gennaio e il 31 dicembre 2018.

Il Bonus Bebè può essere richiesto dai cittadini italiani o stranieri residenti in Italia e conviventi con il minore averti un valore ISEE minorenni inferiore ad €25.000,00.

Si precisa che i soggetti extra UE devono essere in possesso di una carta di soggiorno per familiare di cittadino dell’Unione Europea, oppure di una carta di soggiorno permanente.

L’importo erogato a titolo di assegno natalità è pari a:

  • €960,00 (€80,00 mensili), se il valore ISEE minorenni va dai €7.000,00 ai €25.000,00 annui;
  • €1.920,00 (€160,00 mensili) se il valore ISEE minorenni non supera i €7...
Leggi tutto...

Dichiarazione Precompilata

I contribuenti in possesso delle credenziali dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline e Entratel) ovvero delle credenziali SPID, NoiPA e INPS, dal 16 aprile 2018, possono accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata 2018 on line. Dal 2 maggio è possibile modificare ed integrare i dati eventualmente mancanti o incompleti, accettare ed inviare il modello 730 precompilato. I contribuenti interessati possono accedervi direttamente, previa autenticazione al portale, oppure rivolgersi a CAF, commercialisti o intermediari per visualizzare, verificare, accettare o modificare la dichiarazione, che deve essere inviata entro il 23 luglio.

Leggi tutto...

Premi Risultato nella C.U.

Con i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, contenuti nella Circolare n. 5 del 2018, si completa il quadro applicativo per la fruizione delle agevolazioni riconosciute per l’erogazione ai lavoratori dipendenti di somme a titolo di premi di produttività o per misure di welfare. L’Agenzia delle Entrate ha evidenziato che non saranno applicate sanzioni per la trasmissione tardiva della CU nel caso di raggiungimento del risultato successivamente al conguaglio delle ritenute e ha specificato, con esempi, le modalità di determinazione della base imponibile nelle varie fattispecie.

Leggi tutto...

Errori ed omissioni Spesometro 2018

Il termine per la presentazione dello spesometro è scaduto il 6 aprile 2018. Per chi ha commesso errori o ha omesso l’invio dei dati, si pone il problema di come fare per rimediare. Le sanzioni sono pari a 2 euro per ciascuna fattura errata o non trasmessa, comunque entro il limite massimo di 1.000 euro per ciascun trimestre (sanzioni ridotte al 50 per cento entro i primi 15 giorni). È però possibile evitare l’applicazione delle sanzioni se si ricorre al ravvedimento operoso.

La traccia su come procedere è contenuta nella risoluzione 28 luglio 2017, n. 104/E che riporta anche alcune utili tabelle con le relative riduzioni da ravvedimento.

Leggi tutto...

Regime per cassa

Le nuove regole in materia di detrazione dell’IVA, illustrate nella circolare 1/E/2018, si applicano anche alle imprese minori che hanno esercitato l’opzione per il c.d. “criterio delle registrazioni“.

Per tali soggetti, le fatture di acquisto ricevute nel 2017 e registrate entro il 30 aprile 2018 determinano l’insorgere del diritto alla detrazione del tributo nella dichiarazione IVA relativa all’anno 2017 e la deducibilità del costo nel 2018, assumendo che la data di registrazione della fattura coincida con quella di pagamento del corrispettivo.

I componenti reddituali realizzati prima dell’ingresso nel regime di cassa e rinviati per quote costanti ai periodi d’imposta successivi (es...

Leggi tutto...