Nuovi Minimi 2015

L’entrata in vigore del nuovo regime forfettario è stata fissata al 01 gennaio 2015, esso rappresenta il regime naturale di tassazione per le ditte individuali e per i lavoratori autonomi che, nell’anno precedente, hanno rispettato i requisiti previsti dalla legge, in particolare:

  • ricavi o compensi non superiori ai limiti diversificati per ciascuna categoria da € 15.000,00 a € 40.000, 00;
  • compensi erogati a personale dipendente non superiori a € 5.000,00;
  • beni strumentali non superiori a € 20.000,00;
  • prevalenza del reddito d’impresa o di lavoro autonomo.

 

Pur rientrando nei limiti sopra descritti, è possibile optare per il regime ordinario ai fini IVA e redditi, a patto che l’opzione venga esercitata per almeno tre anni e che venga comunicata nella dichiarazione annuale relativa all’anno in cui è operata la scelta.

Nel caso in cui vengano meno le condizioni che consentono l’applicazione del regime, il contribuente, dall’anno successivo, applica il regime ordinario, potendo successivamente ritornare al regime forfettario se rispetterà nuovamente i parametri stabiliti.

Differentemente da quanto accadeva per in contribuenti minimi, non è prevista una decadenza immediata dal regime nel caso di superamento della soglia dei ricavi o compensi.