Monthly Archives Gennaio 2019

Fattura Elettronica per gli Enti del Terzo Settore

Per le associazioni e le società sportive dilettantistiche e, in generale, gli enti che esercitano l’opzione ex legge n. 398/1991, vi è l’obbligo di fattura elettronica solo in caso di proventi superiori a 65.000 euro. In questa ipotesi, la fattura deve essere emessa per loro conto dal cessionario o committente, secondo la modalità di fatturazione c.d. self-billing. La fatturazione con la metodologia del self-billing non è equiparabile all’emissione di un’autofattura, ma va intesa come una normale fattura elettronica, che transita attraverso il Sistema di Interscambio.

Il decreto legislativo sulla fatturazione elettronica (D.Lgs. n. 127/2015) è stato modificato dal D.L. n. 119/2018; viene previsto l’esonero e la modalità di fatturazione self-billing per gli enti che hanno ...
Leggi tutto...

Decreto semplificazioni, rottamazione e saldo e stralcio

Il contribuente che – avendo aderito alla rottamazione 2018 ed essendo inadempiente con le prime rate – non ha versato il dovuto entro il 7 dicembre 2018, ha un’altra chance per non perdere i benefici della definizione agevolata. Per cogliere questa nuova occasione dovrà versare il dovuto in un’unica soluzione entro il 31 luglio 2019 oppure in un massimo di 10 rate consecutive. È quanto prevede un emendamento approvato al decreto Semplificazioni 2019, che interviene anche con alcune modifiche sul saldo e stralcio per i contribuenti in difficoltà.

È stata prevista la possibilità – per i debitori che hanno aderito alla rottamazione bis e che hanno effettuato, pena l’impossibilità di accedervi, entro il 7 dicembre 2018, il pagamento delle rate dovute ai fini di tale definizione, ...
Leggi tutto...

Calcolatrice previdenziale

Calcolatore previdenziale. 

Calcola la tua pensione e la tua età pensionabile.

Calcolatore previdenziale

Leggi tutto...

Decreto Semplificazioni e Blockchain

Con un emendamento al Decreto Semplificazioni si è ottenuto il primo via libera alla norma che inserisce nel nostro ordinamento le tecnologie basate sui registri distribuiti e gli Smart Contract.

Viene così data la possibilità di dare valore giuridico ad una transazione che sfrutta il registro elettronico distribuito e informatizzato, come ad esempio la Blockchain.

Per quanto concerne gli smart contract viene previsto che un contratto eseguito in automatico da un programma informatico, assuma valore giuridico alla stregua del tradizionale contratto scritto e firmato.

 

 

Leggi tutto...

L’Italia e la Blockchain

La Legge di Bilancio 2019 affronta, per la prima volta, il tema della blockchain. Lo sviluppo di tale tecnologia offre un ventaglio di opportunità in grado di assicurare: maggiore tracciabilità, riduzione delle frodi, protezione efficace di dati sensibili e miglioramento dei servizi al cittadino e alle imprese.

Leggi tutto...